I SALUMI DELLA VAL DI SOLE
LUGANEGA FRESCA

LUGANEGA FRESCA DI MAIALE

LUGANEGA FRESCA

LUGANEGA FRESCA DI MAIALE al KG

9,10 €

Descrizione prodotto

Le Luganeghe fin dai tempi antichi venivano prodotte direttamente in famiglia e solo un'esigua quantità nelle macellerie, a disposizione di chi non aveva in casa il maiale. Il macellaio veniva spesso chiamato nelle famiglie per l'uccisione del maiale e per eseguire tutta la successiva lavorazione. Le parti nobili (coscia, spalla) venivano salate ed affumicate, mentre la rimanente materia prima veniva macinata ed insaccata con spezie, in piccoli salami chiamati, tra le varie espressioni usate allora, anche 'luganeghe'.

La Luganega entra a far parte dei piatti della tradizione gastronomica trentina-solandra (Canederli, hamburger alla piastra) già dal XIV-XV Secolo, epoca in cui appaiono i primi ricettari della cucina locale.

La Luganega trentina-solandra  può essere utilizzata fresca oppure stagionata affettata e servita come antipasto o accompagnamento di piatti tipici (torta di patate)

Qui di seguito vi proponiamo la ricetta della Luganega fresca nei CANEDERLI SOLANDRI 

Ingredienti:

500 gr di pane raffermo

200 gr di latte

una luganega

50 gr di speck

50 gr di pancetta

50 gr di grana trentino

un mazzettino di prezzemolo

un uovo

sale, pepe e farina q.b.

Preparazione:

Tagliate a dadini il pane e mettetelo a mollo con il latte tiepido

Nel frattempo tagliate a pezzettini la luganega, lo speck, la pancetta ed il prezzemolo trittato

Unite al pane ormai ammorbidito il tutto aggiungendo l'uovo, il formaggio ed il sale e pepe per insaporire e mescolate tutto

Con le mani formate delle palline aiutandovi con un po' di farina o pan grattato

A parte portate in ebollizione il brodo e ad una a una immergete i canederli 

 

I canederli possono essere serviti in brodo, asciutti conditi con burro e salvia oppure in abbinata al gulasch

 

PEZZATURA DA 300gr